Messaggio per utenti con sintetizzatori vocali

Benvenuto, Se state utilizzando un sintetizzatore vocale vi consigliamo di entrare in modalità "Miglior Accesso". Questa modalità è progettata per agevolare alcune modalità di navigazione:

Salta a contenuto principale

Opzioni accessibilità

Dimensioni testo:

Paginazione:

Contenuto principale

Eventi Principali

Avviso pubblico per soggiorno [...]

.

ACCORDO TERRITORIALE [...]

.

BONUS SOCIALE PER DISAGIO [...]

BONUS IDRICO, ECCO COME OTTENERLO

 Dal primo luglio 2018 le persone e le famiglie di Qualiano in condizioni economiche precarie possono chiedere e ottenere uno sconto sulla bolletta dell’acqua, come già succede per luce e gas.

 All’agevolazione hanno diritto i cittadini e i nuclei familiari con un Isee inferiore a 8.107,50 euro, limite che sale a 20.000 euro con più di tre figli a carico.

I moduli per richiedere l’agevolazione sono disponibili recandosi all’ufficio delle politiche sociali del comune. E’ inoltre possibile scaricare il modulo anche dal sito internet dell’ente: www.comune.qualiano.na.it

 Le domande vanno poi protocollate al comune di Qualiano con il modulo in cui è possibile richiedere anche il bonus elettrico o il bonus gas.

 Per presentare la domanda, oltre al modulo compilato con i propri dati anagrafici e i riferimenti che identificano la fornitura, servono:

 ·         un documento di identità;

 ·         un'eventuale delega;

 ·         un'attestazione ISEE in corso di validità;

 ·         un'attestazione che contenga i dati di tutti i componenti del nucleo ISEE (nome-cognome e codice fiscale);

 

·         un'attestazione per il riconoscimento di famiglia numerosa (almeno 4 figli a carico), se l'ISEE è superiore a 8.107,5 euro (ma entro i 20.000 euro).

 Per l’acqua il risparmio sarà pari al costo di 18,25 metri annui per ogni componente del nucleo familiare, equivalenti a 50 litri al giorno, cioè il quantitativo minimo stabilito dalla legge per le necessità personali.

Lo sconto verrà erogato direttamente in bolletta per chi ha un contratto diretto, mentre l’utente indiretto (cioè chi vive in un condominio e non ha un contratto proprio di fornitura idrica) riceverà il bonus sociale in un’unica soluzione dal gestore del servizio.

Ricevuta carta identità [...]

LA RICEVUTA DI RICHIESTA DI CARTA IDENTITA’ ELETTRONICA E’ DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO?

Risultati immagini per RIEPILOGO DATI PER ACCETTAZIONE PRATICA

La recentissima circolare del Ministero dell’Interno n° 2/2018 del 14/02/18  riconosce il valore di documento di riconoscimento alla ricevuta della richiesta di carta d’identità elettronica denominata “Riepilogo dati per accettazione pratica” ai sensi dell’art. 1, comma 1, lett. c) del D.P.R. 445/2000 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa”,  in quanto munita della fotografia del titolare, dei relativi dati anagrafici e del numero della carta di identità elettronica cui si riferisce.

 

Ricevuta carta identità [...]

LA RICEVUTA DI RICHIESTA DI CARTA IDENTITA’ ELETTRONICA E’ DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO?

Risultati immagini per RIEPILOGO DATI PER ACCETTAZIONE PRATICA

La recentissima circolare del Ministero dell’Interno n° 2/2018 del 14/02/18  riconosce il valore di documento di riconoscimento alla ricevuta della richiesta di carta d’identità elettronica denominata “Riepilogo dati per accettazione pratica” ai sensi dell’art. 1, comma 1, lett. c) del D.P.R. 445/2000 “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa”,  in quanto munita della fotografia del titolare, dei relativi dati anagrafici e del numero della carta di identità elettronica cui si riferisce.

Allegati alla determina n. [...]

elenchi richiedenti loculi, suoli e monumenti cimiteriali

In primo piano

QUALIANO, NASCE L’UFFICIO EUROPA

20150126_110414.jpg

NOTA STAMPA

QUALIANO, NASCE L’UFFICIO EUROPA

Si sono insediati questa mattina gli otto professionisti con esperienza nel settore. Il sindaco De Luca: “Un altro obiettivo raggiunto come avevamo promesso. Ora si procederà spediti, per attingere fondi europei e  migliorare la nostra città”

 

  

Si sono insediati questa mattina gli otto professionisti, che andranno a costituire l’Ufficio Europa, con sede presso il Comune di Qualiano. L’obiettivo del gruppo di lavoro è quello di reperire  attraverso la progettazione europea,  nuove risorse economiche per l’Ente  pubblico e di facilitare l’accesso degli operatori locali pubblici e privati, ai programmi di finanziamento europeo.

La costituzione dell’Ufficio Europa era un punto del programma elettorale e possiamo dire che è un altro obiettivo raggiunto. Ora si procederà spediti, per attingere fondi europei per migliorare la nostra città. dice il sindaco Ludovico De Luca- Si tratta di uno strumento pubblico e gratuito, che offre informazioni e progetti utili ad orientarsi nel complesso mondo dei finanziamenti comunitari, con l’obiettivo di attingere fondi per fornire servizi ai cittadini dialogando con soggetti pubblici e privati”.

Il team dei professionisti è composto dal docente universitario esperto in fondi europei, dott. Mattia Lettieri, dal dott. Massimo Silva, dal dott. Giuseppe Scotto di Vetta, dal dott. Francesco Tartaglione, dall’ing. Pasquale del Sorbo, dal dott. Carlo Alvino e dalla dott.ssa Tina Picascia. Il gruppo sarà coordinato anche da due figure di riferimento del Comune, tra cui il dottor Agostino Politano.

L’Ufficio Europa di Qualiano, che risulta essere il primo ufficio in tal senso di tutta la provincia di Napoli, ha il compito di promuovere un’attività interna finalizzata a fornire all’Amministrazione di Qualiano informazioni sulle opportunità di finanziamento dell’Unione Europea e sugli strumenti di finanziamento. Tra gli obiettivi dell’importante servizio anche la possibilità di attivare reti di partenariati, per sviluppare progetti su tematiche comuni, sostenuti da fondi europei.

Intanto, appena insediato, il team è divenuto immediatamente operativo ed è già in calendario per mercoledì prossimo la prima riunione operativa per un primo screening delle necessità e delle esigenze su cui sviluppare i progetti attualmente finanziabili dall’Europa.

 

20150126_110400.jpg